Forenza Salvatore

  • 11 novembre 1947
    Nasce a Minervino Murge (provincia di Bari).
  • 1965
    Completa gli studi liceali.
  • 1970
    Il 16 marzo consegue la laurea con lode in lettere moderne a indirizzo storico presso l’Università degli Studi di Bari, discutendo una tesi su Giustino Fortunato, politico e storico meridionalista.
    Vince una borsa di studio bandita dall’Istituto di Storia Patria di Napoli.
    Si trasferisce in Trentino per insegnare materie letterarie alla sezione distaccata di Susà della Scuola media statale “Ciro Andreatta” di Pergine Valsugana.
  • 5 dicembre 1972
    Consegue con il massimo dei voti l’abilitazione all’insegnamento delle materie letterarie nella scuola media.
  • 1974/75-1975/76
    E' collaboratore del preside della Scuola media "Ciro Andreatta" di Pergine Valsugana.
  • 1974/75-1981/82
    Fa parte del Consiglio di Istituto della Scuola media "Ciro Andreatta" di Pergine Valsugana.
  • 18 febbraio 1976
    Consegue l’abilitazione all’insegnamento delle materie letterarie negli istituti di istruzione secondaria di secondo grado.
  • 1976-1983/84
    E’ collaboratore vicario presso la Scuola media statale “Ciro Andreatta” di Pergine Valsugana.
  • 1977/78-1980/81
    Fa parte della Giunta esecutiva del Consiglio di Istituto della Scuola media "Ciro Andreatta" di Pergine Valsugana.
  • Fine anni Settanta
    Assume la presidenza dell’Associazione “Amici della storia” di Pergine, inaugurando una metodologia di studio innovativa per l’ambiente culturale perginese, basata sull’analisi scientifica dei documenti d’archivio e applicata con grande acume e lucidità espositiva nel volume Paludi perginesi. Storia della bonifica e mito di Tommaso Mayer, edito nel 1978.
  • 1979-1981
    E’ nominato presidente del Comitato di redazione del bollettino comunale "Pergine Notizie".
  • 1980
    Diventa socio della Società di studi trentini di scienze storiche.
  • 1980-1990
    E’ consigliere comunale di Pergine per il Partito Socialista Italiano (PSI).
  • 1984/85-1988/89
    Ricopre la carica di preside presso la Scuola media statale “Silvano Fante” di Grigno (provincia di Trento).
  • 1987
    Supera il concorso a preside.
  • 1989-1990
    Diventa preside della Scuola media statale di Baselga di Piné (provincia di Trento).
  • luglio 1991 - novembre 1994
    Ricopre la carica di vicesovrintendente scolastico provinciale.
  • 1991
    Diventa socio dell’Accademia Roveretana degli Agiati.
  • 1 dicembre 1991- 31 agosto 2000
    E’ preside della Scuola media statale "Giovanni Battista de Gasparis" di Levico Terme (provincia di Trento).
  • 1995/96-1999/2000
    Organizza corsi di aggiornamento per docenti presso la Società di studi trentini di scienze storiche.
  • 1996-2006
    E’ presidente del Comitato di redazione del bollettino comunale "Pergine Notizie".
    Assume la carica di vicepresidente del Centro Documentazione Luserna onlus.
  • 1 settembre 2000-1 ottobre 2000
    E' dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo di scuola elementare e media di Malé (provincia di Trento).
  • 2 ottobre 2000-31 agosto 2000
    E' dirigente scolastico dell'Istituto comprensivo di scuola elementare e media di Brentonico (provincia di Trento).
  • 1 settembre 2001
    Assume la dirigenza scolastica dell'Istituto comprensivo di scuola elementare e media di Roncegno (provincia di Trento).
  • 21 marzo 2002
    Viene insignito a Roma del premio internazionale "Foyer Des Artistes 2002"  per meriti di ricerca storica.
  • 11 febbraio 2006
    Viene nominato componente del Consiglio direttivo provinciale del sindacato Unione Italiana del Lavoro (UIL) - comparto scuola.
  • 22 dicembre 2006
    Muore a Trento.

Altri incarichi:

  • Membro della Commissione culturale e del Consiglio di biblioteca del Comune di Pergine Valsugana.
  • Membro del Comitato tecnico per la cultura del Comprensorio della Bassa Valsugana e del Tesino.
  • Membro del Comitato tecnico-scientifico dell’Assessorato alla cultura della Provincia Autonoma di Trento.

Pubblicazioni della collana Associazione "Amici della Storia" Pergine (sotto la presidenza di Nino Forenza fino all'anno 2006)

Altre pubblicazioni di Nino Forenza