Progetto europeo VirtualArch

24 Giugno 2020

Grazie ad una app interattiva sono ora accessibili le tracce dell’attività mineraria medievale sul Monte Calisio. Un patrimonio archeologico nascosto da tutelare e valorizzare.
Conosciuto anche come Monte Argentario, il Calisio è al centro di un progetto europeo denominato “VirtualArch - Visualizzare per valorizzare – Per un migliore utilizzo del patrimonio archeologico nascosto nell’Europa centrale 2014-2020”, coordinato dalla Soprintendenza archeologica della Sassonia, al quale partecipa anche l’Ufficio beni archeologici della Soprintendenza per i beni culturali della Provincia autonoma di Trento.
Il Calisio conserva migliaia di tracce legate all’attività mineraria medievale e moderna. Per conoscere ed esplorare questo ricco patrimonio nascosto è ora disponibile una app interattiva per dispositivi mobili con 16 punti di interesse lungo tre percorsi già realizzati dall’Ecomuseo dell’Argentario: il Sentiero delle Canope, il biotopo Le Grave e il Sentiero degli Gnomi. A questo si aggiungono i nuovi pannelli informativi posti lungo il Sentiero delle Canope.
La app ed i pannelli forniscono informazioni non solo sui tracciati in sé, ma illustrano varie tematiche connesse allo sfruttamento minerario antico, dalla geologia, al Codice Wanghiano, alle tecniche di estrazione, agli strumenti dell’epoca. La app è scaricabile e consultabile, anche offline, lungo i sentieri interessati dal progetto: immagini, 3D, realtà virtuale, realtà aumentata e video aiuteranno a scoprire l’attività mineraria che ha caratterizzato il territorio del Calisio in epoca medievale e a entrare in maniera virtuale in luoghi ancora nascosti.
La nuova APP del Progetto VirtualArch è scaricabile qui. Il seguente video illustrerà come utilizzare la app lungo i sentieri del Monte Calisio.