Paesaggi di guerra

L'Assessorato al Turismo, Cultura e Sport del Comune di Pergine in collaborazione con la Rete Trentino Grande Guerra propone "Paesaggi di guerra. Il Trentino alla fine della Prima guerra mondiale • Alta Valsugana".

L'iniziativa si aprirà con l'omonima mostra fotografica che si terrà in Sala Maier (piazza Serra 11) da sabato 24 luglio (inaugurazione ore 18) fino a venerdì 6 agosto con orario: tutti i giorni dalle 10 alle 12 e dalle 17 alle 20, venerdì, sabato e domenica la chiusura sarà posticipata alle 22.

L'esposizione, attraverso fotografie provenienti da archivi locali e nazionali, privati e istituzionali, vuole ricostruire lo scenario di distruzione e macerie che alla fine del 1918 riaccolse in patria i profughi e i soldati trentini,  e documentare l’avvio, nel 1919, del faticoso processo di ricostruzione.

La mostra comprende una videoinstallazione per la proiezione del documentario "Ritorni" di Micol Cossali.

Altro appuntamento importante sarà il seminario di studio dal titolo “Il Trentino e il turismo sui luoghi della Grande Guerra. Storia, attualità e prospettive” in programma giovedì 29 luglio (dalle 16 alle 20) al Teatro delle Garberie (piazza Municipio 5).

Al dibattito, coordinato da Gustavo Corni dell'Università degli Studi di Trento, interverranno: Marco Morelli (Assessore al Turismo, Cultura e Sport): Saluto dell’Amministrazione Comunale di Pergine; Andrea Leonardi (Università degli Studi di Trento): Economia e ricostruzione: il caso del Trentino; Fabrizio Rasera (Museo Storico Italiano della Guerra, Rovereto): Sguardi sulla devastazione e sulla ricostruzione; Lucio Fabi (Gorizia):  L’evoluzione del turismo sui luoghi della Grande Guerra; Lauro Struffi (Università degli Studi di Trento): Il turismo di guerra nel quadro delle attuali tendenze turistiche in Trentino; Gianmaria Marocchi (APT Valsugana Lagorai): Il turismo sui luoghi della guerra in Alta Valsugana. Realtà e prospettive.

Ingresso e partecipazione liberi.