Commercio al dettaglio su aree pubbliche su posteggi dati in concessione

Descrizione servizio

Ai sensi dell'art. 14 del Regolamento di esecuzione della L.P. n° 17/2010 e ss.mm. (legge provinciale sul commercio), l'esercizio dell'attività di commercio al dettaglio su area pubblica mediante posteggio è soggetto a presentazione di segnalazione certificata di inizio attività al comune competente per territorio.

Tale SCIA abilita all'esercizio dell'attività in forma itinerante nell'ambito del territorio provinciale e alla partecipazione di fiere che si svolgono al di fuori del territorio provinciale ed è presentata contestualmente alla domanda di concessione del relativo posteggio.

In caso di nuova assegnazione del posteggio l'attività non può essere iniziata prima della data di rilascio della nuova concessione del posteggio.

In caso di subingresso la SCIA è presentata contestualmente alla domanda di volturazione della concessione di suolo pubblico e deve comprendere anche la data o le date di svolgimento del commercio su area pubblica in relazione alle quali è stata rilasciata la concessione.

C.O.S.A.P. e canone posteggio: ai sensi dell'art. 27, primo punto, del Regolamento comunale per il commercio su area pubblica le concessioni dei posteggi sono assoggettate al pagamento dei seguenti canoni/corrispettivi: a. canone per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche (C.O.S.A.P.) secondo le modalità previste dal relativo regolamento comunale approvato con deliberazione consiliare n° 94 di data 18.11.1999 e ss.mm. ed in base alle relative tariffe, in vigore dal 1° gennaio 2014; b. tariffa per la gestione del ciclo rifiuti urbani, di cui al D.lgs. n° 22/1997 e s.m. e al D.P.R. n° 158/1999; c. canone posteggio, da intendersi come corrispettivo dei servizi offerti dal Comune e delle spese dallo stesso sostenute per l’apprestamento del mercato. Tale canone è quantificato dal 1° gennaio 2014 in € 0,16071/mq./giorno.

In caso di assenze effettuate al mercato in un determinato anno solare, è possibile richiedere il rimborso del C.O.S.A.P. e del canone posteggio versato in eccedenza, nei limiti di quanto prescritto dal Regolamento comunale C.O.S.A.P. e del commercio su area pubblica.

La richiesta di rimborso deve essere inoltrata al comune, previa compilazione di un modello ed indirizzata alle seguenti caselle di posta elettronica:

commercio@comune.pergine.tn.it

sportello@pec.comune.pergine.tn.it

Per informazioni in materia di igiene ambientale, rivolgersi alla società AMNU S.p.A. sita a Pergine Valsugana in Viale dell'Industria, 4/L.

E’ vietata la vendita ambulante di bevande alcoliche di qualsiasi gradazione (art. 87 Tulps).

Come e cosa fare
Per avviare l'attività bisogna presentare una segnalazione certificata di inizio attività.
Dove presentare la domanda
Per la consegna della modulistica: UFFICIO EDILIZIA PRIVATA - S.U.A.P.

Per informazioni rivolgersi all'Ufficio di riferimento

Destinatari
Operatori del settore
Quanto costa
n° 2 marche da bollo da € 16,00 (n° 1 per la domanda e n° 1 per l'atto di concessione)
Tempi di attesa
Avvio immediato attività
Ufficio di riferimento

Edilizia Privata - S.U.A.P.

 

Piazza Garibaldi, 4

Edificio Ex Filanda, Terzo Piano

38057 Pergine Valsugana (TN)

Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 8.00 alle 14.00

Giovedì dalle 8.00 alle 17.30

Venerdì dalle 8.00 alle 12.00

 

Sportelli specialistici Edilizia Privata: -  previo appuntamento on line

Lunedì dalle 8.00 alle 12.30

Giovedì dalle 14.00 alle 17.30

 

 

Telefono: +39 0461 502233
Fax: +39 0461 502513
Normativa di riferimento
L.P. 30.07.2010, n°17 e ss.mm.

DPP 6-108/Leg dd. 23.04.2013, Regolamento di esecuzione della L.P. n° 17/2010.