Consultazione atti archivio storico

Descrizione servizio

L’accesso alla documentazione archivistica è libero e consentito per motivi di studio, ragioni amministrative e private a chiunque ne faccia motivata richiesta.

Non è consentita la consultazione autonoma a chi non abbia compiuti 16 anni d’età. Eventuali ricerche da parte di utenti di età inferiore devono svolgersi con la collaborazione dell’archivista. Percorsi didattici e ricerche scolastiche sono svolte sotto la guida e la responsabilità degli insegnanti e devono in ogni caso essere concordate con il personale dell’archivio.

La consultazione è negata alle persone che siano incorse nel provvedimento di esclusione da altri archivi e biblioteche.

Gli studiosi, per essere ammessi alla consultazione, sono tenuti annualmente e comunque ogni volta che intendano mutare lo scopo della loro ricerca, a compilare l’apposito modulo di domanda. Se l’utente svolge ricerche su incarico e per conto di terzi, è tenuto ad indicare nella domanda di ammissione i dati relativi al committente.

I documenti dell’archivio storico sono liberamente consultabili secondo le disposizioni dell’art. 7 della L.P. 14 febbraio 1992, n. 11 e del D.Lgs. 22 gennaio 2004, n. 42, artt. 122-127. In particolare i documenti contenenti i dati sensibili di cui agli art. 22 e 24 della Legge 31 dicembre 1996, n. 675, diventano liberamente consultabili 40 anni dopo la loro data. Il termine è di 70 anni se i dati sono idonei a rivelare lo stato di salute o la vita sessuale o rapporti riservati di tipo familiare. L’eventuale consultazione prima dei detti termini, per motivi di studio, può essere autorizzata dalla autorità competente in base alla normativa vigente.

I documenti per i quali è autorizzata la consultazione prima dei termini stabiliti conservano il loro carattere riservato e non possono essere diffusi.

Non è di norma consentita la consultazione di fondi in fase di ordinamento, salvo eccezioni da valutarsi caso per caso.

Come e cosa fare

Per accedere alla consultazione della documentazione conservata presso l'archivio storico è necessario compilare l'apposito modulo.

Dove presentare la domanda

Il modulo di ammissione alla consultazione va consegnato direttamente in sala studio in orario di apertura dell'archivio storico.

Destinatari

L'accesso all'archivo storico è rivolto a tutti.

Quanto costa

L'accesso all'archivo storico è libero e gratuito.

Tempi di attesa

Compatibilmente alla complessità della ricerca e al numero di utenti presenti in sala, la richiesta verrà evasa al momento della presentazione.

Ufficio di riferimento

Archivio Storico

Piazza Garbari, 5

Palazzo Cerra, Secondo Piano

38057 Pergine Valsugana (TN)

Dal Lunedì al Giovedì dalle 9.00 alle 12.30

Venerdì dalle 9.00 alle 13.00

Telefono: +39 0461 502360
Fax: +39 0461 502413
Normativa di riferimento

D.lgs. 30 luglio 1999, n. 281: "Disposizioni in materia di trattamento dei dati personali per finalità storiche, statistiche e di ricerca scientifica".

Regolamento dell'archivio storico del Comune di Pergine Valsugana, approvato con delibera consiliare 12 luglio 2002, n. 53.

"Codice di deontologia e buona condotta per i trattamenti di dati personali per scopi storici", allegato al D.lgs. 30 giugno 2003, n. 196: "Codice in materia di protezione dei dati personali".

D.lgs. 22 gennaio 2004, n. 42: "Codice dei beni culturali e del paesaggio, ai sensi dell'articolo 10 della legge 6 luglio 2002, n. 137" artt. 122-127.

Regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati).

Disposizioni per l’adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni del regolamento (UE) 2016/679 del Parlamento europeo e del Consiglio, del 27 aprile 2016, relativo alla protezione delle persone fisiche con riguardo al trattamento dei dati personali, nonché alla libera circolazione di tali dati e che abroga la direttiva 95/46/CE (regolamento generale sulla protezione dei dati)


 

Modulistica
Richiesta di consultazione atti archivio storico
Richiesta di fotoriproduzione atti archivio storico