Esercizi di somministrazione - Albo bevande analcoliche

Descrizione servizio

Ai sensi dell'art. 3 della L.P. n° 19/2010, è istituito presso il servizio provinciale competente in materia di polizia amministrativa un Albo degli esercizi di somministrazione di sole bevande analcoliche. Per contrastare i problemi derivanti dal consumo di bevande alcoliche e per promuovere modelli di comportamento e stili di vita consapevoli delle problematiche connesse al consumo di bevande alcoliche e rispondenti alle esigenze di promozione e tutela della salute e della sicurezza, la Giunta provinciale, nell'ambito della disciplina prevista dalle leggi provinciali in materia di aiuti alle imprese, incentiva l'insediamento di esercizi che somministrano bevande esclusivamente analcoliche. L'iscrizione all'Albo di cui trattasi consente ai titolari degli esercizi di accedere, nell'ambito della disciplina prevista dalle leggi provinciali in materia di aiuti alle imprese, alle particolari forme di incentivi previste per gli esercizi che somministrano bevande esclusivamente analcoliche.

 

Come e cosa fare

L'iscrizione all'Albo, disciplinato nel dettaglio dalla deliberazione della Giunta Provinciale n° 924/2011, può essere fatta con presentazione da parte del titolare dell'esercizio di un'apposita dichiarazione.

Dove presentare la domanda

Per la consegna della modulistica: P.A.T. - SERVIZIO DI POLIZIA AMMINISTATIVA

Per informazioni rivolgersi all'Ufficio di riferimento

Destinatari
Operatori del settore
Quanto costa
Nessun costo
Tempi di attesa
Non sono previsti termini di scadenza
Ufficio di riferimento

Edilizia Privata - S.U.A.P.

 

Piazza Garibaldi, 4

Edificio Ex Filanda, Terzo Piano

38057 Pergine Valsugana (TN)

NUOVO ORARIO DAL 01.01.2020
 

Sportello SUAP/Edilizia privata:

  • dal Lunedì al Venerdì: dalle ore 8.00 alle ore 13.00;
  • appuntamenti per professionisti: Martedì e Giovedì dalle ore 8.30 alle ore 12.00.

 

Telefono: +39 0461 502233
Fax: +39 0461 502513
Normativa di riferimento

art. 3 della L.P. n° 03.08.2010, n° 19;

deliberazione della G.P. 06.05.2011, n° 924.