Esercizi pubblici diversi - Impianti natatori

Descrizione servizio

Per la gestione di uno stabilimento balneare o di una piscina aperti al pubblico occorre chiedere al Comune un'apposita autorizzazione.

Occorre essere in possesso dei requisiti morali, avere la disponibilità di un locale conforme alla destinazione d'uso di pubblico esercizio ed alle norme in materia di prevenzione incendi (se l’afflusso è superiore alle 100 persone), nonchè dell'agibilità rilasciata dalla Commissione Provinciale di Vigilanza.

Dal punto di vista sanitario è necessario attivare persso l'A.P.S.S. di Trento una procedura specifica di registrazione degli impianti natatori.

Come e cosa fare

Per avviare l'attività bisogna presentare una domanda di autorizzazione

Dove presentare la domanda

Per la consegna della modulistica: UFFICIO EDILIZIA PRIVATA - S.U.A.P.

Per informazioni rivolgersi all'Ufficio di riferimento

Destinatari
Operatori del settore
Quanto costa
n° 2 marche da bollo da € 16,00 cad. (una per la domanda di autorizzazione ed una per l'autorizzazione)
Tempi di attesa
60 giorni. Il termine vale per il rilascio della licenza qualora la struttura sia già dotata di agibilità.
Ufficio di riferimento

Edilizia Privata - S.U.A.P.

 

Piazza Garibaldi, 4

Edificio Ex Filanda, Terzo Piano

38057 Pergine Valsugana (TN)

Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 8.00 alle 14.00

Giovedì dalle 8.00 alle 17.30

Venerdì dalle 8.00 alle 12.00

 

Sportelli specialistici Edilizia Privata: -  previo appuntamento on line

Lunedì dalle 8.00 alle 12.30

Giovedì dalle 14.00 alle 17.30

 

 

Telefono: +39 0461 502233
Fax: +39 0461 502513
Normativa di riferimento

art. 86 del R.D. 18.06.1931, n° 773 T.U.L.P.S.

Modulistica
S.U.A.P. - C - Domanda licenza per la gestione di impianto natatorio aperto al pubblico