Pubblica sicurezza - Vidimazione registri di Pubblica Sicurezza

Descrizione servizio

Il R.D. 18.06.1931, n° 773 "approvazione del testo unico delle leggi di pubblica sicurezza" prevede che chi esercita determinate attività debba tenere un registro delle operazioni svolte.

La vidimazione dei registri previsti dalla normativa di P.S., non essendo ricompresi nè tra quelli di cui all'art. 2215 del C.C., nè tra quelli indicati all'art. 16 della tariffa allegata al D.P.R. n° 642/1972, non sono soggetti ad alcuna imposta (rif. Risoluzione n° 557/PAS. 16325.14600 (16) del 27.12.2007 del Ministero dell'Interno). Anche l'istanza per la vidimazione dei registri di cui sopra è da considrarsi esente da bollo.

Dopo le numerose abrogazioni che hanno interessato molte parti del TULPS, si elencano di seguito gli articoli ancora in vigore che riguardano quanto di competenza della Polizia Amministrativa in materia.

Unica eccezione è la comunicazione rivolta al comune ai sensi dell'art. 126 del TULPS (commercio di cose antiche e usate).

In ogni caso l'istanza di vidimazione del relativo registro deve però essere inoltrata ai comuni per competenza.

I registri giornale affari previsti dagli artt. 120 del TULPS e dall'art. 16 del relativo regolamento e detenuti dagli esercenti le pubbliche agenzie d'affari, indicate negli artt. precedenti, art. 115 e segg. (agenzie prestiti su pegno ed altre agenzie d'affari), nei quali sono annotati i dati identificativi del committente, la data e la natura della commissione, il premio pattuito e l'esito dell'operazione, sono sottoposti alla vidimazione dei competenti uffici comunali.

I fabbricanti, i commercianti, gli esercenti e le altre persone indicate negli artt. 126 (commercio di cose antiche e usate) e 127 (commercio di preziosi) del TULPS devono tenere un registro delle operazioni che compiono giornalmente, in cui sono annotate le generalità di coloro con i quali le operazioni stesse sono compiute e le altre indicazioni prescritte dal regolamento.

Come e cosa fare

È necessario presentare la domanda per la vidimazione del registro interessato.

Dove presentare la domanda

Per la consegna della modulistica: UFFICIO EDILIZIA PRIVATA - S.U.A.P.

Per informazioni rivolgersi all'Ufficio di riferimento

Destinatari
Operatori del settore
Quanto costa
Nessun costo
Tempi di attesa
Vidimazione immediata
Ufficio di riferimento

Edilizia Privata - S.U.A.P.

 

Piazza Garibaldi, 4

Edificio Ex Filanda, Terzo Piano

38057 Pergine Valsugana (TN)

Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 8.00 alle 14.00

Giovedì dalle 8.00 alle 17.30

Venerdì dalle 8.00 alle 12.00

 

Sportelli specialistici Edilizia Privata: -  previo appuntamento on line

Lunedì dalle 8.00 alle 12.30

Giovedì dalle 14.00 alle 17.30

 

 

Telefono: +39 0461 502233
Fax: +39 0461 502513
Normativa di riferimento

artt. 126 (commercio di cose antiche e usate) e 127 (commercio di preziosi) del R.D. 18.06.1931, n° 773 (T.U.L.P.S.)

Modulistica
S.U.A.P. - C - Domanda vidimazione registro agenzie d'affari
S.U.A.P. - C - Domanda vidimazione registro commercio cose antiche e usate
S.U.A.P. - C - Domanda vidimazione registro commercio preziosi