Sanitarie - Tatuaggi e piercing

Descrizione servizio

L'attività di tatuaggio comprende tutte le tecniche atte a introdurre nel derma umano pigmenti di
uno o più colori che, una volta stabilizzatisi, danno forma al cosiddetto tatuaggio ornamentale, per
sua natura indelebile e permanente.
L'attività di piercing consiste nell'inserimento di anelli e metalli di diversa forma e fattura in varie
zone del corpo.
Non è soggetta alle prescrizioni del presente atto d'indirizzo l'attività tradizionale di applicazione di
orecchini in oreficerie e rivendite di bijou, fermo restando e l'obbligo di utilizzo di strumenti
monouso.

La Provincia Autonoma di Trento tutela i cittadini da possibili rischi che possono derivare
dall'esecuzione di tatuaggi e piercing in assenza di requisiti igienico sanitari adeguati. Tenuto conto
che numerosi studi epidemiologici sul rischio di trasmissione di malattie infettive per via ematica
hanno dimostrato la possibilità di trasmissione di infezioni in caso di utilizzo di procedure che
implicano l'impiego di aghi e taglienti e che alle pratiche in questione è stata associata anche la
possibile insorgenza di patologie sistemiche non infettive, si rende necessario:

  • definire le misure igieniche, preventive e di educazione sanitaria, per ridurre i rischi di infezioni e altre patologie;
  • pervenire ad una adeguata formazione degli operatori che eseguono tatuaggi e piercing, al fine di ottenere un rigoroso rispetto delle indicazioni per l'esecuzione in condizioni di sicurezza delle connesse attività;
  • diffondere le raccomandazioni sui rischi delle procedure di tatuaggio e piercing, anche attraverso interventi di educazione sanitaria nelle scuole;
  • prevedere una adeguata sorveglianza sanitaria a livello locale sul rispetto delle norme igieniche ed organizzative delle attività.
Come e cosa fare

L'esercizio dell'attività di tatuaggio e piercing è subordinato al possesso di attestazione di idoneità
igienico-sanitaria rilasciata a richiesta dell'interessato, da parte dell' Azienda provinciale per i
servizi sanitari, che certifichi:
a. la rispondenza dei locali e degli spazi ai requisiti previsti al punto 5 della delib. GP n° 2131/2003;
b. la sussistenza delle condizioni strumentali ed organizzative necessarie per lo svolgimento
dell'attività nel rispetto delle prescrizioni di cui al punto 6 della delib. GP n° 2131/2003.

La certificazione di idoneità igienico sanitaria deve essere richiesta sia per intraprendere un'attività
di tatuaggio o piercing che per proseguire nella medesima attività già esercitata. La domanda va
presentata all 'Unità Operativa di Assistenza territoriale - Settore Igiene Pubblica del Distretto
sanitario competente per territorio.
Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione:

  • planimetria dei locali, in scala 1: 100, con l'indicazione dell'utilizzo dei locali;
  • indicazioni sul sistema di raccolta e certificazione della Ditta sul trasporto e smaltimento dei rifiuti contaminati;
  • dichiarazione di conformità degli impianti elettrici, ai sensi della L. 46/96;
  • elenco dell'attrezzatura che viene utilizzata per l'esercizio dell'attività, sottoscritto dal responsabile legale della ditta;
  • attestato di frequenza e superamento delle prove di valutazione del corso di formazione professionale previsto dalla Provincia".

Gli operatori addetti al tatuaggio e piercing devono avere compiuto il 18° anno di età, essere in
possesso di adeguate conoscenze tecnico-professionali per esercitare tale attività e conoscere gli
aspetti igienico sanitari e di prevenzione, in relazione ai rischi di infezione e di danno all'apparato
cutaneo che possono derivare dall'effettuazione delle tecniche oggetto della presente direttiva.
Pertanto per ottenere la certificazione di idoneità sanitaria il richiedente deve aver frequentato
positivamente un corso specifico di formazione, riconosciuto dalla Provincia di Trento riguardante
gli aspetti igienico-sanitari dell'attività di tatuaggio e piercing.

Sono ammessi ai corsi di formazione provinciale per esercenti le attività di tatuaggio e piercing i
candidati che hanno superato positivamente il biennio di una scuola superiore di secondo grado o
una formazione professionale biennale a tempo pieno e che hanno raggiunto la maggiore età. La
Giunta provinciale può altresì, qualora ne rilevi l'opportunità, stipulare convenzioni con enti e
associazioni cui affidare la gestione e l'organizzazione dei corsi.

Dove presentare la domanda

Per informazioni rivolgersi all'A.P.S.S. di competenza.

Destinatari
Operatori del settore
Quanto costa
Per informazioni rivolgersi all'A.P.S.S. di competenza.
Tempi di attesa
Per informazioni rivolgersi all'A.P.S.S. di competenza.
Ufficio di riferimento

Edilizia Privata - S.U.A.P.

 

Piazza Garibaldi, 4

Edificio Ex Filanda, Terzo Piano

38057 Pergine Valsugana (TN)

Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 8.00 alle 14.00

Giovedì dalle 8.00 alle 17.30

Venerdì dalle 8.00 alle 12.00

 

Sportelli specialistici Edilizia Privata: -  previo appuntamento on line

Lunedì dalle 8.00 alle 12.30

Giovedì dalle 14.00 alle 17.30

 

 

Telefono: +39 0461 502233
Fax: +39 0461 502513
Normativa di riferimento

Deliberazione della G.P. 29.08.2003, n° 2131