Segnalazione certificata di inizio attività

Descrizione servizio

Sono assoggettati obbligatoriamente alla SCIA i seguenti interventi: a) i volumi tecnici; b) le varianti nel limite del 10 per cento delle misure di progetto, secondo quanto previsto dall'articolo 92, comma 3; c) il mutamento di destinazione d'uso e l'aumento delle unità immobiliari di edifici esistenti, anche con opere, senza aumento di volume o superficie utile lorda; d) la realizzazione di manufatti pertinenziali che le norme di attuazione degli strumenti urbanistici non qualificano come nuova costruzione o che non comportano la realizzazione di un volume superiore al 20 per cento del volume principale; e) i parcheggi, da realizzare nel sottosuolo e nei locali al piano terreno degli edifici, ai fini del rispetto degli standard richiesti per le singole unità immobiliari; f) le opere di eliminazione delle barriere architettoniche in edifici esistenti, se comportano modifiche della sagoma; g) le recinzioni superiori a 150 centimetri di altezza; h) i muri di sostegno e di contenimento fino a tre metri di altezza; i) la realizzazione della parte dell'intervento non ultimata nel termine stabilito, salvo che le opere corrispondenti non rientrino tra quelle soggette a permesso di costruire; j) le opere di bonifica e sistemazione del terreno che comportano livellamenti di terreno per la messa a coltura, di altezza superiore a un metro; k) l'installazione di serre e tunnel permanenti per le produzioni intensive ortoflorofrutticole o per la moltiplicazione di piante, secondo le disposizioni contenute nel regolamento urbanistico-edilizio provinciale; l) i cartelli o altri mezzi pubblicitari all'esterno dei centri abitati, nel rispetto delle disposizioni contenute nel regolamento urbanistico-edilizio provinciale; m) gli interventi soggetti a permesso di costruire, quando il rappresentante del comune si è espresso favorevolmente nella conferenza di servizi prevista nella normativa provinciale in materia di valutazione d'impatto ambientale, di autorizzazione unica territoriale e di impianti fissi di telecomunicazione e di radiodiffusione, secondo quanto previsto dalle relative discipline di settore.

Sono assoggettati a SCIA, in alternativa al permesso di costruire, i seguenti interventi: a) gli interventi su edifici soggetti a restauro e risanamento conservativo senza aumento di volume e di superficie utile lorda; b) gli interventi su edifici soggetti a ristrutturazione edilizia che non comportano la demolizione anche parziale delle murature perimetrali e non comportano aumento di volume e di superficie utile lorda; c) gli interventi previsti dai piani attuativi già autorizzati ai fini della tutela del paesaggio e quelli non soggetti ad autorizzazione paesaggistica per i quali la CPC ha espresso parere favorevole sulla qualità architettonica del piano attuativo, quando, in entrambi i casi, i piani contengono precise disposizioni planivolumetriche, tipologiche e formali per la realizzazione degli interventi; c bis) gli interventi soggetti a permesso di costruire per i quali, ai sensi della disciplina di settore, è stata rilasciata l'autorizzazione unica territoriale (AUT) senza la preventiva espressione dell'atto di assenso da parte del comune territorialmente competente

Come e cosa fare

E' necessario compilare e sottoscrivere apposito modello unitamente ad allegati A, B, e C e presentare gli elaborati progettuali su idoneo supporto informatico (CD) e relativa dichiarazione sostitutiva di atto notorio di conformità all'originale del progettista.

Unitamente alla documentazione deve essere consegnata ricevuta di versamento presso la Tesoreria Comunale del del contributo di costruzione dovuto o la domanda di esenzione dal contributo di costruzione, come specificato nell'apposita sezione "contributo di costruzione".

 

Dove presentare la domanda

La  segnalazione certificata di inizio attività va depositata presso gli sportelli specialistici dell'Ufficio Edilizia Privata previo appuntamento on line nella sezione "sportello Web".

Destinatari

Possono presentare segnalazione di inizio attività i proprietari dell'immobile e i soggetti in possesso di un altro titolo idoneo

Quanto costa

€ 60,00 per diritti di segreteria in materia edilizia di cui alla L. 68/93 e deliberazione della Giunta Comunale n. 149 dd. 18.12.2012.

Tempi di attesa

La segnalazione certificata di inizio attività sottoscritta dal privato e dal progettista consente di iniziare i lavori relativi all'intervento già dal momento del deposito

Ufficio di riferimento

Edilizia Privata - S.U.A.P.

 

Piazza Garibaldi, 4

Edificio Ex Filanda, Terzo Piano

38057 Pergine Valsugana (TN)

Lunedì, Martedì e Mercoledì dalle 8.00 alle 14.00

Giovedì dalle 8.00 alle 17.30

Venerdì dalle 8.00 alle 12.00

 

Sportelli specialistici Edilizia Privata: -  previo appuntamento on line

Lunedì dalle 8.00 alle 12.30

Giovedì dalle 14.00 alle 17.30

 

 

Telefono: +39 0461 502233
Fax: +39 0461 502513
Normativa di riferimento

Legge provinciale n. 15/2015 e D.P.P. 19 maggio 2017, n. 8-61/Leg

Regolamento edilizio comunale

Norme tecniche di attuazione P.R.G.

Modulistica
S.U.A.P. - E - Dichiarazione verifica documentazione art. 90 D.Lgs. n. 81/2008
S.U.A.P. - E - Dichiarazione installazione impianti D.M. 37/2008
S.U.A.P. - E - Comunicazione nuova impresa esecutrice dei lavori
S.U.A.P. - E - Segnalazione certificata di inizio attività

il modello segnalazione certificata di inizio attività è scaricabile al seguente link

S.U.A.P. - E - Comunicazione ultimazione lavori, regolare esecuzione e variazione catastale

il modello di comunicazione ultimazione lavori, regolare esecuzione e variazione catastale è scaricabile al seguente link.

NB: UTILIZZARE SOLO L'INFORMATIVA PRIVACY DEL COMUNE DI PERGINE DI SEGUITO ALLEGATA

S.U.A.P. - E - Modello ISTAT NRE
S.U.A.P. - E - Modello ISTAT RE
S.U.A.P. - E - Modello PAT-ED 006
S.U.A.P. - E - Modello deposito legge 10/91